Sarah Ferguson, come si identifica per tempo il tipo di tumore che le è stato diagnosticato

Quali sono i sintomi del tumore che ha colpito Sarah Ferguson? E come viene diagnosticato? Le risposte ai quesiti.

Il 2024 è iniziato “sotto una cattiva stella” per la Royal Family. Kate Middleton è stata infatti operata all’addome presso la London Clinic e tra qualche giorno anche Re Carlo dovrà affrontare un intervento chirurgico. Inoltre la duchessa di York, Sarah Ferguson deve fronteggiare un momento delicato, poiché ha scoperto di avere un tumore alla pelle pochi mesi dopo la diagnosi di cancro al seno. Ad annunciarlo è stato il suo portavoce che con un comunicato ufficiale nella serata di domenica 21 gennaio ha reso pubblica la sua lotta contro il tumore.

sarah ferguson tumore
Come si può riconoscere il tumore che ha Sarah Ferguson – mentiscura.com

“Il suo dermatologo ha chiesto che diversi nei fossero rimossi ed analizzati mentre la duchessa si sottoponeva ad un intervento di chirurgia ricostruttiva dopo la mastectomia, e uno di questi è stato identificato come canceroso”. Queste le parole che si leggono nella nota ufficiale riportata dai tabloid inglesi. La duchessa è disorientata ma non perde il buon umore. “Si spera che il cancro sia stato scoperto abbastanza presto da non avere ulteriori problemi, ma sarà sottoposta a ulteriori test per determinare se si è diffuso”- si legge sul Daily Mail.  Ma quali sono i sintomi di questo tumore e come si diagnostica?

Come individuare da soli un possibile tumore della pelle?

Il melanoma è un tumore della pelle. È piuttosto raro nei bambini mentre colpisce prevalentemente persone tra i 45-50 anni. Il principale fattore di rischio per il melanoma cutaneo risulta essere l’esposizione alla luce ultravioletta, che arriva sotto forma di raggi uva e UVB.

Altri fattori di rischio sono l’insufficienza del sistema immunitario o le malattie ereditarie. Il rischio aumenta nelle persone con lentiggini o molti nei e in quelle con occhi, capelli e pelle chiara. Il segno principale è il cambiamento nell’aspetto di un neo o la comparsa di un nuovo neo.

neo sulla pelle
Bisogna sempre tenere sotto controlli i nei – mentiscura.com

Si deve prestare attenzione alla forma, al colore, alle dimensioni ed alla sua evoluzione. La prevenzione resta l’arma migliore, dunque gli esperti consigliano di esporsi al sole in maniera cauta evitando le ore più calde e controllando costantemente l’aspetto dei propri nei, rivolgendosi prontamente al medico nel caso in cui si noti un cambiamento La diagnosi precoce non dipende soltanto dall’abilità del medico: un auto esame periodico della pelle, infatti, consente al soggetto di individuare prontamente eventuali mutamenti a rivolgersi al dermatologo.

La diagnosi certa di melanoma richiede una biopsia, il campione di tessuto prelevato viene analizzato al microscopio. Inoltre risultano essere importantissimi esami di diagnostica come radiografia, tac, pet, risonanza magnetica. Per quanto concerne le cure, la prima scelta in genere è la chirurgia, ma dipende dai singoli casi, infatti per alcuni viene consigliata la radioterapia.

Impostazioni privacy