Le vacanze 2024 te le offre il Bonus Autostrade, tuo diritto con Legge 190

Hai intenzione di andare in vacanza? Con il nuovo Bonus Autostrade non avrai nessun problema: ecco di cosa beneficerai.

Tenersi informati sui nuovi sostegni economici disponibili è importante. In questo modo non solo si ha accesso a maggiori opportunità, ma è anche possibile risolvere alcuni problemi in sospeso. Ne vale la pena dal momento che alcuni sussidi, ora come ora, possono essere richiesti senza troppi impicci. Specie se l’intenzione è quella di andare in vacanza.

Bonus Autostrade e i suoi benefici
Bonus Autostrade: ecco quello che devi sapere (Mentiscura.com)

Grazie ad un nuova proposta di legge, però, le vacanze di quest’anno saranno del tutto diverse. Infatti sarà possibile risolvere un problema bello grosso, che adesso non ci darà più fastidio di sicuro. Ma di quale stiamo parlando di preciso, e in che cosa consiste questo nuovo bonus? Andiamo avanti con la lettura per scoprire ogni dettaglio al riguardo.

Bonus Autostrade, benefici e utilità del nuovo sussidio: devi richiederlo

Il nome originale è Bonus pedaggi autostradali 2024 ed è disponibile già da questo momento. Si tratta di un bonus utile per compensare i costi dei pedaggi autostradali, quindi di un vero e proprio sostegno per chi lavora nel settore dell’autotrasporto. In questo caso si ottiene una riduzione variabile da 1 a 13%. Possono richiedere questo benefit coloro che risultano iscritti come imprese, cooperative, consorzi o società all’Albo nazionale autotrasporti.

Come funziona il bonus autostrade
Richiedi subito il bonus autostrade: è vantaggioso (Mentiscura.com)

Ma come si attiva questo bonus? Tutto quello che serve è avere la sede in uno dei paesi UE, oppure in Svizzera o Inghilterra per l’occasione. Si tratta dei luoghi compresi dall’agevolazione fiscale e dove, per il momento, si ha la certezza che funzionerà. Inoltre lo sconto è riservato a veicoli di proprietà o con titolo di disponibilità, come anche a quelli utili per lo svolgimento di servizi di autotrasporto.

Ricordate anche che i veicoli devono avere una classe ecologica Euro V, Euro VI o superiore, con una alimentazione alternativa o elettrica. La domanda può essere effettuata sul portale dell’Albo autotrasportatori in “Pedaggi” entro le ore 14:00 dell’11 giugno 2024. La seconda fase, invece, avrà luogo alle ore 09:00 del 24 giugno con la data di scadenza fissata alle ore 14:00 del 21 luglio 2024.

Questo è tutto ciò che c’è da sapere per quanto riguarda il nuovo bonus. Conviene richiederlo dato che è molto interessante, motivo per cui vi suggeriamo di farlo quanto prima. Risolverà un problema attuale e a cui non dovremo più pensarci.

Impostazioni privacy