Effetto ASMR, qual è la spiegazione scientifica?

L’esperienza sensoriale che conquista il web 

 

Rilassarsi, fino ad addormentarsi, davanti a YouTube o TikTok. Non è una l’ultima dipendenza dei giovani ma un modo che moltissime persone hanno scoperto per assopirsi. Il merito è dell’Autonomous Sensory Meridian Response, delicati rumori e suoni che non solo risvegliano emozioni e sensazioni dimenticate ma rilassano completamente corpo e mente.

L’ASMR, neologismo coniato da Jennifer Allen, fondatrice del primo gruppo Facebook sull’argomento, è un fenomeno che sta guadagnando sempre più popolarità negli ultimi anni. Si tratta di un’esperienza sensoriale, spesso descritta come “formicolio cerebrale” o “brividi sulla pelle”. Ma in cosa consiste l’ASMR e qual è la spiegazione scientifica?

L’Autonomous Sensory Meridian Response

Fenomeno nato sul web nel 2010, il primo canale dedicato è stato aperto dall’americano Bob Ross, da allora la tecnica si è diffusa in tutto il mondo e YouTube è diventata la piattaforma prediletta per gli appassionati del genere, accanto ad app come Tingles (sussurri).
Grazie a microfoni ultra sensibili, oggetti di uso quotidiano sono manipolati per riprodurre suoni e rumori suscitando piacere a corpo e mente. Alla base di questa reazione fisica, il rilascio di endorfine e serotonina da parte dell’organismo per una sensazione di benessere e profondo relax.

ASMR
Foto – pexels – mentiscura.com

L’ASMR coinvolge una serie di stimoli sensoriali che attivano una risposta fisiologica e psicologica nel cervello delle persone che ne sono sensibili. Questi stimoli possono essere uditive, visive o tattili, ma i video ASMR sono diventati il mezzo più popolare per indurre questa sensazione.

Secondo gli esperti, la risposta ASMR potrebbe essere collegata all’attivazione del sistema nervoso autonomo, che regola le funzioni involontarie del corpo, come la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna e la digestione. In particolare, l’ASMR sembra coinvolgere il ramo del sistema nervoso autonomo noto come sistema nervoso parasimpatico, che è associato a uno stato di rilassamento e riposo.

Durante un’esperienza ASMR, molte persone riportano una sensazione di calma profonda e una diminuzione dello stress e dell’ansia. Questa risposta potrebbe essere il risultato della liberazione di neurotrasmettitori, come l’ossitocina e l’endorfina, che sono associati al benessere e alla riduzione dello stress.

L’ASMR può essere desensibilizzante per alcune persone, mentre per altre può avere un forte impatto emotivo. Ciò potrebbe essere attribuito alle differenze individuali nella sensibilità agli stimoli sensoriali e nell’interpretazione delle esperienze.

Attorno a questa pratica ci sono però alcuni dubbi dovuti all’assenza di studi scientifici che ne confermano gli effettivi benefici. Al momento infatti le ricerche sono poche: una è stata condotta nel 2018, in Canada, e ha coinvolto 17 persone. Tutte hanno confermato il piacere mentale derivato dall’ascoltare suoni delicati e morbidi ricreati manipolando degli oggetti. Non solo, alcuni di loro hanno anche evidenziato come questi suoni suscitassero dei brividi di piacere sulla nuca. Uno studio questo che però non è sufficiente per testimoniare l’efficacia scientifica di questa tecnica.

Pur senza una base scientifica, è però indubbio che l’ASMR aiuta molte persone: i canali YouTube e i profili TikTok dedicati sono sempre di più, così come gli utenti iscritti, e sono molti a testimoniare nei commenti come sussurri e suoni aiutano a rilassare, concentrarsi e a mettere da parte ansia e persino depressione.

Impostazioni privacy