Reddito entro i 28 mila euro? Allora ti spetta il nuovo bonus, averlo è semplicissimo

Se rientri in una determinata soglia di reddito potrai avere un nuovo e interessante bonus. Ecco come fare richiesta e riceverlo.

Ci sono finalmente delle buone notizie per molti contribuenti italiani. In questo periodo di così grandi difficoltà, infatti, in molti stanno cercando un aiuto in più per poter andare avanti.

Reddito entro i 28 mila euro?
Novità in arrivo per molti contribuenti (Mentiscura.com)

Con l’ultima bozza  del decreto legislativo Irpef-Ires il tetto di reddito per la una tantum di Natale potrà finalmente salire. Chi ha un reddito entro i 28mila euro, infatti, potrà finalmente usufruire di un nuovo bonus. Averlo è piuttosto semplice, vediamo di che cosa si tratta e come funziona.

Nuovo bonus entro questo reddito

Il bonus tredicesima cambia. Questa misura infatti potrebbe preveder l’erogazione fino a 100 euro per quei lavoratori che guadagnano per un massimo di 28mila euro. Ci saranno però nuove condizioni, come dover essere sposati e avere almeno un figlio. Si tratta di modifiche determinanti che sono state inserite nella bozza aggiornata per quanto riguarda il decreto legislativo Irpef-Irpef.

Nuovo bonus entro questo reddito
In cosa consiste il nuovo bonus (Mentiscura.com)

Dunque non vi è ancora nulla di definitivo, ma secondo queste bozze potrebbe esserci più che una possibilità nell’attuare una nuova riforma fiscale che interessino soprattutto i contribuenti con un reddito inferiore.

Potrebbe infatti esserci un nuovo bonus di 80 euro che verrà erogato una tantum sulla tredicesima mensilità. Secondo la prima bozza, che è stata diffusa il 22 aprile, il bonus aggiuntivo sarebbe stato destinato ai contribuenti che hanno un reddito fino a 15mila euro e che già beneficiavano del trattamento integrativo in busta paga da gennaio a dicembre, con esclusione della tredicesima, per un valore di 100 euro al mese.

Tuttavia, potrebbero esserci delle modifiche sui requisiti richiesti, come quello di avere un reddito non superiore a 28mila euro e di avere un coniuge e almeno un figlio. Inoltre, potrebbe essere presa in considerazione la capacità fiscale in relazione ai redditi da lavoro dipendenti che vengono percepiti.

Verrebbe inoltre confermato il regime fiscale ordinario per i redditi da lavoro dipendente, mentre si aspetta l’introduzione di un regime sostitutivo. Si tratta di un’opzione che renderebbe più semplici le norme fiscali e che prevedono un rimborso di importo massimo di 100 euro.

Secondo il governo la misura potrà essere finanziata con il concordato preventivo biennale. Si tratta di un accordo che vincola le imposte per due anni. Mentre il bonus verrà erogato mediante l’inserimento diretto nella busta paga del mese di dicembre, tuttavia sarà limitato alla tredicesima mensilità del 2024.

Impostazioni privacy