Bonus mamme, finalmente un aiuto concreto: più di 500 euro mensili

Le mamme possono accedere ad un bonus che fornisce un aiuto concreto: come ricevere la misura da più di 500 euro mensili.

La pressione economica e finanziaria non consente di gestire al meglio le spese di tutti i giorni e gli eventuali impresti, a maggior ragione se si hanno dei bambini piccoli a cui prestare la dovuta attenzione. Per tale motivo lo Stato e le amministrazioni locali continuano a stanziare aiuti a sostegno delle famiglie con prole.

bonus mamme più 500 euro mensili
Il bonus mamme garantisce più di 500 euro mensili – Foto: (Editorially Srl) (Mentiscura.com)

Negli ultimi anni sono stati introdotti degli aiuti per le famiglie in profonda difficoltà. Tra questi c’è il bonus mamma dal valore di oltre 500 euro al mese. Un aiuto importante per quei genitori che riescono faticosamente a sostenere le spese necessarie per gestire la famiglia e i figli. Vediamo quali sono i requisiti richiesti e come presentare la richiesta per la misura.

Bonus mamme da 600 euro: requisiti e come fare domanda

L’obiettivo della misura è quello di cercare di contrastare il fenomeno dello spopolamento all’interno dei comuni più piccoli in una zona specifica dell’Italia.

bonus figli sardegna: come richiederlo
Requisiti e come richiedere il bonus figli introdotto dalla Regione Sardegna (Foto: Canva) (Mentiscura.com)

L’intervento è stato sancito dalla Regione Sardegna per porre un primo rimedio al fatto che le persone riescano a costruire una famiglia. In base agli ultimi dati diffusi la Sardegna è la regione in cui ci sono meno nascite, con un tasso di 4,9 neonati ogni 1.000 abitanti.

Per tale motivo l’ente regionale ha pensato fosse doveroso avviare un’iniziativa per aumentare le nascite tra le famiglie che risiedono in Sardegna o per chi decide di trasferirsi sull’isola. La misura viene erogata solo dai comuni in cui ci sono meno di 5.000 abitanti.

A differenza di quanto accade per le altre misure pensate in aiuto alle famiglie, il bonus figli sancito dall’amministrazione sarda viene erogato senza considerare la situazione reddituale del nucleo familiare. Per tale ragione non è necessario avere un ISEE aggiornato che soddisfi un limite prestabilito. La misura quindi è accessibile a tutte le famiglie che hanno al loro interno un figlio nato, adottato o preso in affido preadottivo durante il 2024.

Nei requisiti richiesti c’è quello di avere in possesso l’immobile in cui si abita, o almeno avere un contratto di affitto valido e risiedere nell’immobile per tutto il periodo in cui viene percepito il bonus. I beneficiari ricevono 600 euro per il primo figlio e 400 euro dal secondo figlio. Il bonus si compone di massimo 60 mensilità, fino a quando il bambino non compie 5 anni.

Impostazioni privacy