Colombia, fotografato per la prima volta un uccello metà maschio e metà femmina

Un rarissimo uccello bicolore è stato avvistato nel comune di Villamaría: di che specie si tratta

Un evento eccezionale ha catturato l’attenzione della comunità scientifica in Colombia, dove è stato avvistato un uccello unico nel suo genere. Durante una vacanza nel Sud America, il rinomato zoologo dell’Università neozelandese di Otago, Hamish Spencer, insieme all’ornitologo John Murillo, ha segnalato la scoperta di un mielero verde (appartenente alla specie Chlorophanes spiza) dal carattere straordinario. Questo uccello, metà femmina e metà maschio, rappresenta il secondo caso di ginandromorfismo registrato per la specie in oltre cento anni. La scoperta, avvenuta nel comune di Villamaría, dipartimento di Caldas, è stata descritta e pubblicata nel Journal of Field Ornithology.

Il fenomeno del ginandromorfismo

Il ginandromorfismo è una particolare condizione che si verifica negli individui di specie con un forte dimorfismo sessuale, come molti uccelli. In questo caso, il mielero osservato da Spencer mostra caratteristiche e colori misti tra quelli maschili e quelli femminili. Il piumaggio del corpo dell’uccello è diviso esattamente a metà, con una parte blu, tipica dei maschi, e una parte verde, tipica delle femmine. Spencer ha affermato che molti ornitologi “potrebbero passare anche tutta la vita senza vedere un individuo ginandromorfo bilaterale di uccello”.

Sebbene il fenomeno del ginandromorfismo sia stato osservato in altri animali, come insetti e crostacei, negli uccelli risulta ancora più raro. “Le fotografie dell’uccello – ha precisato Spencer – rendono la scoperta ancora più significativa, in quanto sono probabilmente le migliori che ritraggono un uccello ginandromorfo bilaterale selvatico”. Questi animali, che presentano caratteristiche sia maschili che femminili in specie sessualmente separate, sono di fondamentale importanza per comprendere meglio questo fenomeno e il comportamento degli uccelli coinvolti.

Mielero verde (Chlorophanes spiza)
Mielero verde (Chlorophanes spiza) – Credits: John Murillo – mentiscura.com

La rarissima osservazione di questo secondo caso di ginandromorfismo ha permesso di scoprire che il piumaggio e le caratteristiche sessuali possono essere presenti indifferentemente su entrambi i lati del corpo, senza una simmetria predefinita. Nel caso del mielero, il piumaggio maschile era presente sul lato destro e quello femminile sul lato sinistro, esattamente l’opposto rispetto all’unica altra segnalazione registrata nel 1914. L’uccello è stato monitorato per 21 mesi, da ottobre 2021 a giugno 2023, e non ha mostrato comportamenti significativamente diversi dagli altri esemplari della specie.

Uccello metà maschio e metà femmina, le possibili cause

Per quanto riguarda i meccanismi biologici alla base del ginandromorfismo, si ritiene che negli uccelli sia dovuto a un errore durante la meiosi cellulare dell’uovo, con una successiva doppia fecondazione. In alcuni casi, l’errore può portare alla formazione di due ovuli separati, ognuno dei quali viene fecondato da un singolo spermatozoo. In altri casi, invece, un ovulo viene fecondato da due spermatozoi. A seconda dei casi e delle specie coinvolte, il ginandromorfismo può manifestarsi in modi molto diversi.

Questo straordinario avvistamento di un uccello ginandromorfo ha ulteriormente sottolineato l’importanza di apprezzare le eccezioni e le diversità presenti nella natura. Hamish Spencer spera che la sua scoperta possa ispirare molte persone a tenere gli occhi aperti e a cercare altre “stranezze” naturali, aiutando così a comprendere sempre meglio lo spettacolo offerto dalla biodiversità del nostro pianeta.

Impostazioni privacy