Prepariamoci all’inverosimile: 221 miliardi di insetti riemergeranno dalla terra, bisogna preoccuparsi?

Un evento irripetibile vedrà l’emergere simultaneo di 221 miliardi di insetti, un fenomeno raro verificatosi l’ultima volta nel 1803.

221 milioni di insetti appartenenti a due covate emergeranno dal suolo intorno alla metà dell’anno per spogliarsi dei loro esoscheletri mentre si trasformano da ninfe senza ali in adulti, lasciando dietro di sé gusci che possono ricoprire alberi e aree del terreno.

insetti riemergono dalla terra
Miliardi di insetti pronti a riemergere: cosa sta succedendo – mentiscura.com

Questa primavera, per la prima volta dal 1803, due gruppi di cicale conosciuti come Brood XIX, o Great Southern Brood, e Brood XIII, o Northern Illinois Brood, appariranno contemporaneamente. La duplice comparsa di queste due covate nel 2024 segna una rara occasione di sincronizzazione dei loro cicli di vita di 13 e 17 anni. Questo emozionante doppio evento non si ripeterà fino al 2245.

Quest’anno emergeranno negli Stati Uniti due nidiate di 221 miliardi di insetti

Uno dei più grandi enigmi del mondo degli insetti, le cicale periodiche (Magicicada spp.) vivono fino al 99,5% della loro vita sottoterra come ninfe, nutrendosi della linfa delle radici degli alberi. Alcune covate aspettano 13 anni per diventare adulte; altre aspettano 17 anni, tuttavia quest’anno emergeranno in massa, raggiungendo la cifra di 221 miliardi. L’ultima volta che il ciclo di 17 anni della Northern Illinois Brood si è allineato con il periodo di 13 anni della Great Southern Brood, fu ai tempi del presidente Thomas Jefferson, nel 1803. Dopo questa primavera, passeranno altri 221 anni prima che le covate, geograficamente adiacenti, ricompaiano insieme.

cicala insetto riemerge dal terreno
Numero enorme di cicale sta per invadere il pianeta – mentiscura.com

Le cicale diventeranno uno spettacolo da vedere in diversi stati, anche se solo due – Illinois e Indiana – saranno in grado di vedere entrambe le covate. Questi insetti inizieranno ad apparire alla fine di aprile. Anche se il richiamo dell’accoppiamento può essere fastidioso, sono innocue per l’uomo. Esse non pungono né mordono e non sono velenose. Infatti, l’Environmental Protection Agency (EPA) afferma che possono essere un’ottima fonte di cibo per gli uccelli e sono nutrienti per il suolo una volta che si decompongono. Potrebbero essere dannose per i giovani alberi se le cicale femmine decidono di deporre le uova in uno di essi. Per proteggere meglio un albero, l’EPA suggerisce di coprirlo con maglie o reti con fori da ¼ di pollice o più piccoli.

Per più di un decennio, le cicale, che appartengono alla stessa famiglia delle cimici, vivono in tane sotterranee finché non sono abbastanza mature da salire in superficie. Settimane prima che emergano, gli insetti creano tunnel verso la superficie, ma non escono dalle loro case finché la temperatura del suolo non raggiunge i 64 gradi Fahrenheit. Le cicale periodiche sono lunghe circa 1-1,5 pollici, sebbene la loro apertura alare sia circa il doppio di quella lunghezza. Tutte le cicale periodiche dello stesso tipo di ciclo vitale che condividono lo stesso anno di emergenza formano una “covata”.

Lo studio di queste covate può fornire preziose informazioni sul comportamento degli insetti, sulle dinamiche della popolazione e sull’influenza dell’emergenza delle cicale sull’ecosistema. I Magicicada sono tra gli insetti più studiati in evoluzione ed ecologia. Nessun altro animale ha un ciclo vitale così lungo, stabile e sincronizzato come questo, riproducendosi in gran numero e una sola volta. Si distinguono per le venature arancioni e i grandi occhi rossi. Esistono sette specie diverse di cicale, tre delle quali emergono ogni 17 anni, mentre le restanti covate emergono ogni 13 anni.

Impostazioni privacy