Assegno di inclusione, finalmente l’annuncio: interessa a tutti quelli che hanno fatto domanda

Arriva finalmente l’annuncio sull’Assegno di inclusone che interessa le persone che hanno fatto domanda: ecco cosa cambia.

Sono tantissime le persone italiane che devono ricevere l’Assegno di inclusione. Questa misura è stata stabilita per fornire un aiuto ai cittadini più in difficoltà e va a sostituire il tanto discusso Reddito di Cittadinanza.

assegno inclusione annuncio domanda
L’annuncio sull’Assegno di inclusione interessa alle persone che hanno fatto domanda – (Mentiscura.com)

Si torna nuovamente a parlare dell’Assegno di inclusione a seguito delle tante famiglie in attesa di pagamento che sono alla ricerca di informazioni inerenti alla data di lavorazione della domanda, un passaggio fondamentale e che conduce all’arrivo della ricarica.

La data di pagamento della misura si sta sempre più avvicinando e per tale ragione ogni momento potrebbe essere quello giusto per vedere cambiare lo stato della domanda tramite l’area personale MyInps. Facciamo chiarezza quindi in merito all’annuncio che riguarda i cittadini che hanno fatto domanda per l’Assegno.

Assegno di inclusione, al via la lavorazione delle domande: quando inizia il processo Inps

Di solito l’ente previdenziale procede alla lavorazione delle domande per l’Assegno di inclusione uno o due giorni prima della data di disposizione del pagamento. Si ricordi che ogni mese, prima di effettuare la ricarica, l’Inps verifica che nell’ultimo giorno del mese precedente a quello di pagamento il nucleo familiare sia ancora in regola con i requisiti della misura.

assegno inclusione lavorazione domande
Quando iniziano le lavorazioni Inps dell’Adi (Mentiscura.com)

Questa verifica è fondamentale perché nel tempo possono esserci state delle variazioni reddituali, comunicate tramite il modello Adi Com, oppure della condizione lavorativa di uno o più membri della famiglia. Eventuali variazioni potrebbero aver sancito la perdita dei requisiti o nuovi elementi utili ad un ricalcolo al ribasso della cifra erogata.

A questo proposito i cittadini che attendono il pagamento dell’Adi devono prendere come riferimento la “lavorazione” della domanda per capire su quando arriva la ricarica. Informazione che viene poi annunciata nella sezione relativa allo stato della domanda con seguente esito e conseguente disposizione dei pagamenti.

Con il messaggio n. 835 del 26 febbraio 2024 e successivamente con il messaggio n. 1816 del 13 maggio, l’ente ha confermato che il pagamento di maggio è in programma per martedì 28. Questo significa che le lavorazioni sono in corso ed è possibile che il pagamento venga anticipato di un giorno rispetto al cronoprogramma ufficializzato dall’Inps. Dunque, queste indicazioni fanno capire quando arriverà la ricarica dell’Adi e valgono anche per i prossimi mesi, così da evitare di farsi convincere da presunti annunci che improvvisamente emergono in rete.

Impostazioni privacy